Scopriamo cosa sono le zone climatiche e come influenzano le caratteristiche dei nostri serramenti

L’Italia è suddivisa in 6 zone climatiche, che vengono determinate in base ai Gradi Giorno di ogni comune.

I Gradi Giorno si ottengono registrando, per ogni giorno dell’anno, i gradi che mancano per raggiungere la soglia di 20°C.

Spiegato in parole semplici: se in un giorno la temperatura massima registrata è di 17°C, si aggiungono 3 gradi alla somma totale dei Gradi Giorno. Se il giorno dopo si registrano 22°C, non verranno aggiunti gradi alla somma totale.

La zona climatica A si ottenere con Gradi Giorno che vanno da 0 a 600. Stiamo parlando di zone molto calde, in cui la maggior parte delle giornate dell’anno superano abbondantemente i 20 gradi (Lampedusa, Porto Empedocle e Linosa).

La zona climatica F, indica località estremamente fredde, in cui i Gradi Giorno superano i 3001 (Belluno, Cuneo e Trento).

Qual è la zona climatica di Pesaro?

Pesaro si trova nella zona climatica D, questo significa che è una città caratterizzata da un clima temperato, le cui temperature estive possono raggiungere anche i 40°C, e le temperature invernali possono scendere sottozero.

La zona climatica come influenza gli infissi?

Ogni zona climatica richiede infissi appositi, che offrano le migliori prestazioni termiche in base alle esigenze dell’abitazione. Inoltre la zona climatica determina l’importo massimo detraibile tramite Ecobonus.

Nelle zone climatiche D, E ed F, l’ecobonus prevede un ammontare di spesa massimo pari a 780 euro/mq.

Per accedere a questa detrazione, ricordiamo, la posa dei vostri nuovi infissi deve comportare un aumento effettivo della classe energetica dell’edificio (per conoscere nel dettaglio i valori di classe energetica vi rimandiamo ad un articolo precedente dedicato).

Come richiedere l’Ecobonus 2024

  • Prima di tutto dovrete ottenere l’asseverazione da parte di un tecnico abilitato.
  • Il pagamento deve essere effettuato tramite bonifico bancario o postale, specificando la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o partita IVA del beneficiario del pagamento.
  • Entro 90 giorni dalla fine dei lavori, dovrete inviare la comunicazione all’ENEA (Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica) tramite il portale apposito.

Per l’acquisto e la posa di nuovi serramenti, affidatevi a Giannotti Infissi

La nostra impresa vi fornirà porte e finestre delle migliori prestazioni termiche, che aumenteranno il comfort domestico della vostra casa e abbatteranno i costi di climatizzazione.

Per ulteriori informazioni, come sempre, non esitate a contattarci. Saremo a vostra completa disposizione.

Image by freepik

RICHIEDI INFORMAZIONI